LA RIVISTA AGORÀ  » Abbonamenti  » Gli articoli disponibili  » I collaboratori  » La redazione  » Le riviste  » L'ultimo numero  » Indice tematico  » Indice


CERCA

Testo da cercare:

cerca in:

 


Giovanni De Gaetani, pioniere nella lotta al cancro (Agorà 52)

Nella convinzione che «il cancro è “una malattia neoplastica” sorta dalla disfunzione e dallo squilibrio di un intero organismo», il medico catanese mise a punto un farmaco battezzato «S.A.5» in onore di Sant’Agata. Dal 1958 cominciò a divulgare a livello nazionale le sue scoperte e i risultati della sperimentazione, purtroppo nel 1960 venne a mancare e con lui “morì” anche il farmaco.


Scarica gli allegati

Il monarchico catanese Francesco Torresi

Figura di spicco della Catania di fine Ottocento inizi Novecento, si distinse per le sue battaglie politiche accanto ai monarchici e, da abile spadaccino, per i duelli sostenuti, ben diciannove tra cui in uno ferì Nino Martoglio a difesa di quel senso dell’onore dal sapore romantico.


Scarica gli allegati

L’obelisco “egittizzante” di Catania (Agorà n. 13-15)

I disegni incisi nell'obelisco non costituiscono una scrittura geroglifica di senso compiuto atta a narrare il mito di Iside. Si tratta di una serie di segni ed elementi figurativi a fine esclusivamente ornamentale


Scarica gli allegati
Leggi l'articolo in formato pdf (dim: 591,362 Kb) 

La prima condanna a morte a Catania in epoca fascista

Nelle carte dell’Archivio Storico della Nobile Arciconfraternita dei Bianchi la triste vicenda di Giovanni Scandurra, condannato a morte per il feroce delitto della cognatina di 6 anni, sotterrata viva per essersi accorta della tresca che questi aveva con la suocera.


Scarica gli allegati

La Torre Alessi (Agorà n. 9)

L'opera, di Carlo Sada, ispirò Brancati e rese Catania più caratteristica finché non fu sacrificata alla speculazione edilizia


Scarica gli allegati
Leggi l'articolo in formato pdf (dim: 352,807 Kb) 

pagina 1/2

Pagine: 1 2

Sito attivo dal 1 luglio 2005 - sei il visitatore n. 400000
Editoriale Agorà - Catania - tel. 347 9273284