LA RIVISTA AGORÀ  » Abbonamenti  » Gli articoli disponibili  » I collaboratori  » La redazione  » Le riviste  » L'ultimo numero  » Indice tematico  » Indice


CERCA

Testo da cercare:

cerca in:

 

Giuseppe Di Bartolo stovigliaio caltagironese (Agorà n. 42)

Nell’Ottocento, periodo di decadenza per la ceramistica caltagironese dovuta alla crisi economica e alla concorrenza, i ceramisti si concentrano nella realizzazione di manufatti domestici di scarso pregio, tanto da iniziare a definirsi “stovigliai”. Tra questi spicca la figura di Giuseppe Di Bartolo, uno dei pochi a distinguersi e a realizzare pregevoli manufatti.


Scarica gli allegati

L’educandato San Luigi di Caltagirone

Dal pensiero alla creazione.


Scarica gli allegati

La Caltagirone Barocca e il grande cantiere dell’effimero (I)

La Caltagirone Barocca e il grande cantiere dell’effimero (I) Il terremoto del 1693 si abbattè su Caltagirone provocando centinaia di morti e gravissimi danni agli edifici. Nell’immediato si paventò la possibilità di ricostruire la città a valle, così come si era deciso per altri centri; la proposta non venne accolta e la città venne ricostruita nel medesimo luogo a cui, dagli architetti, venne data l’impronta barocca che attualmente la caratterizza.


Scarica gli allegati

La Caltagirone Barocca e il grande cantiere dell’effimero (II)



Scarica gli allegati

pagina 1/1

Pagine: 1

Sito attivo dal 1 luglio 2005 - sei il visitatore n. 400000
Editoriale Agorà - Catania - tel. 347 9273284