LA RIVISTA AGORÀ  » Abbonamenti  » Gli articoli disponibili  » I collaboratori  » La redazione  » Le riviste  » L'ultimo numero  » Indice tematico  » Indice


CERCA

Testo da cercare:

cerca in:

 

Gli apparati iconografici per la città di Messina nei taccuini dei viaggiatori tra XVIII e XIX secolo

«Sia gli antichi che i moderni lo hanno notato spesso (il fenomeno della “fata Morgana”, n.d.A.). Quando l’estate è al colmo del caldo e si sia verificata una burrasca in mare e in aria, subentra di solito una perfetta calma; appaiono allora, sul far dell’alba e in quella parte del cielo che sovrasta lo Stretto, varie forme e figure bizzarre, alcune immobili ed altre dotate di movimenti rapidissimi. Queste immagini sembrano farsi sempre più tenui con l’aumentare della luce, sinché qualche momento prima del sorgere del sole dileguano completamente». (Patrick Brydone)


Scarica gli allegati

pagina 1/1

Pagine: 1

Sito attivo dal 1 luglio 2005 - sei il visitatore n. 400000
Editoriale Agorà - Catania - tel. 347 9273284