LA RIVISTA AGORÀ  » Abbonamenti  » Gli articoli disponibili  » I collaboratori  » La redazione  » Le riviste  » L'ultimo numero  » Indice tematico  » Indice


CERCA

Testo da cercare:

cerca in:

 

Da Aci San Filippo a Valverde: la via del Pellegrino e del Mercante (Agorà n. 31)

A parte la chiesa del Castello di Aci, storicamente le Chiese Sacramentali di Aci San Filippo e Valverde erano i punti di riferimento della gente abitante nei dintorni. I due centri erano collegati da un percorso, particolarmente affollato in maggio, che aveva la duplice funzione di itinerario per il pellegrinaggio alla Madonna di Valverde e percorso dei vari mercanti che qui transitavano con le loro mercanzie...


di Saro  Bella


La famiglia Lazzari-Centurione e la cultura pittorica messinese in Acireale (Agorà n. 31)

Ritrovati nella Chiesa del Carmine di Acireale i cenotafi dei fratelli Giuseppe e Giacomo Lazzari-Centurione, eminenti figure di commercianti e filantropi di origine messinese, nell’Acireale a cavallo tra il Cinquecento ed il Seicento.


di Santo  Castorina


Apocrifi cartografici nella Sicilia del Seicento (Agorà n. 31)

Il Seicento siciliano, tra l’altro, fu caratterizzato dalla produzione di falsi inediti. La produzione di tali documenti avveniva per dar lustro ad una famiglia o ad una città. Si capisce che poter vantare radici antiche, spesse volte intrecciate con personaggi storici famosi, dava degli obiettivi vantaggi in termini di prestigio e possibilità...


di Paolo  Militello


I criminali di guerra del Risorgimento: il generale Ferdinando Pinelli (Agorà n. 31)

La storia è sempre scritta dai vincitori ed avallata da “storici” compiacenti, ma quale onore c’é osannare tanti personaggi, persino decorarli con tutti gli onori per aver trucidato intere popolazioni, compresi donne e bambini? Il generale Pinelli per simili atti di “eroismo” fu insignito di medaglia d’oro al valor militare...


di Fernando  Mainenti


Gli Ordini Religiosi a Giarratana dal XIII al XX secolo (Agorà n. 31)

Dopo la soppressione di tutti gli Ordini religiosi per Bolla papale di Innocenzo X tra il 1644 e il 1655, il nuovo abitato di Giarratana, ricostruito dopo il sisma del 1693, dovette aspettare fino al 1940 per avere un nuovo insediamento religioso, ad opera di un piccolo gruppo di suore Francescane dell’Immacolata di Lipari.


di Danilo  Maucieri



pagina 1/2

Pagine: 1 2

Sito attivo dal 1 luglio 2005 - sei il visitatore n. 400000
Editoriale Agorà - Catania - tel. 347 9273284