LA RIVISTA AGORÀ  » Abbonamenti  » Gli articoli disponibili  » I collaboratori  » La redazione  » Le riviste  » L'ultimo numero  » Indice tematico  » Indice


CERCA

Testo da cercare:

cerca in:

 

Il liberty a Caltagirone nell’artigianato e nelle arti minori

Come nel resto dell’Europa anche nella Caltagirone novecentesca il Liberty ha impregnato tutti i settori dell’edilizia (dal pubblico al privato, dall’urbano al nobiliare, dal sacro al profano), raggiungendo pure le cosiddette arti minori (si pensi soprattutto alle ringhiere e alle inferriate che ornano le costruzioni architettoniche) e i singoli prodotti artigianali (come i vasi da giardino).


di Vincenzo  Forgia


Il piano di livellamento stradale della città di Catania

Agli inizi del XIX secolo, con la nascita dei centri industriali, il conseguente fenomeno dell’inurbamento e l’insorgere della prima epidemia di colera, in Europa si impose per la prima volta la questione del degrado delle condizioni urbane. Nella fattispecie, a Catania l’elemento stradale fu alla base di tutta una serie di interventi e nuove normative, attuati per il risanamento della città.


di Davide Indelicato &  Cristina Speranza


Storie di congregazioni e confraternite dall’archivio della Chiesa di San Sebastiano di Melilli

Le Confraternite sono associazioni cristiane fondate con lo scopo di suscitare l’aggregazione tra i fedeli, di esercitare opere di carità e di pietà e di incrementare il culto. Sono costituite canonicamente in una chiesa con formale decreto dell’Ordinario. Hanno uno statuto, un titolo, un nome ed una foggia particolare di abiti. I loro componenti, conservando la stato laico e secolare, non hanno l’obbligo di emettere i voti, né di fare vita in comune, né di rinunziare al proprio patrimonio.


di Giuseppe  Immè


Una vittima dell’odio e della violenza della guerra civile che sconvolse l’Italia nella II Guerra Mondiale

Ivo Donnari, comandante dei Vigili del Fuoco di Perugia in forza al Battaglione S. Barbara di Torino, fu fucilato dai partigiani a Vercelli il 28 aprile del 1945, sulla base di accuse pretestuose.


di Fernando  Mainenti


La lingua dei mafiosi italo-americani nella filmografia hollywoodiana

Nella produzione cinematografica, la caratterizzazione dei personaggi passa attraverso l’elemento linguistico. Ciò vale a maggior ragione per quei film che hanno come protagonisti gangster italo-americani. Le varietà di lingua che essi utilizzano, non solo negli originali hollywoodiani, ma anche nelle versioni doppiate in italiano, chiaramente non possono coincidere con lo “standard”.


Scarica gli allegati


di Ilaria  Parini



pagina 3/4

Pagine: 1 2 3 4

Sito attivo dal 1 luglio 2005 - sei il visitatore n. 400000
Editoriale Agorà - Catania - tel. 347 9273284